Riflessioni

Direttore/coordinatore

In questo anno abbiamo sperimentato la figura del direttore/coordinatore, è stata una novità che ci è servita operativamente e che ci ha permesso di comprendere meglio il profilo che dovrebbe avere: programma e coordina le attività, ricerca fondi, supporta operativamente il Consiglio Direttivo e il Presidente, partecipa ai Consigli Direttivi, ricerca opportunità e promuove gli associati, cerca nuovi soci. Ritieni che AIAP abbia bisogno di una figura professionale, quindi retribuita, come il Direttore? Quali compiti dovrebbe svolgere il Direttore?
Queste sono alcune riflessioni sulle quali ci piacerebbe conoscere il tuo parere.


Commenti:

Per le domande in questione la mia risposta è affermativa.

Tra i compiti da svolgere vorrei una maggiore informazione tramite il sito web sull'attività professionale - in particolare in materia di previdenza - assicurazione sanitaria - credito, un ampio raggio sull'attività e gestione della nostra professione.

Un maggiore spazio al job service che si configuri come un vero portale di informazione tra domanda e offerta di lavoro.

Un occhio particolare ai cambiamenti che stanno avvenendo nella nostra professione - in particolare il fenomeno freelance.

04 ago 2008 09:47  | tipo  | 

AIAP dovrebbe dotarsi della figura di un Direttore stipendiato con le seguenti mansioni:
- sviluppo associazione e ricerca nuovi soci
- rapporti istituzionali, Camera delle professioni, Camere di Commercio ecc ...
- rapporto con le altre associazioni
- segreteria alla presidenza (cioè fa da interfaccia al Presidente per tutte le fasi "preliminari" dell'attività AIAP sgravando il Presidente dagli aspetti più operativi
- tiene monitorato il mondo della professione cercando di fornire agli associati dati Italiani ed Europei
- ricerca opportunità per gli associati (gare, concorsi ecc ...) anche internazionali e magari cura la traduzione dei bandi ove interessante per i soci
- aiuta a sviluppare le delegazioni regionali
- organizza gli eventi AIAP
- partecipa ai Consigli direttivi

06 ago 2008 10:38  | lodovicogualzetti  | 

Ho poco da aggiungere ai precisi inviti già rivolti dai 2 colleghi, esemplari, se non sottolineare con forza, tra tutte le cose di pari importanza, che se Aiap non riprende il discorso delle delegazioni regionali, non ci sarà alcun intervento capillare sul territorio: io sono un professionista che lavora da solo ed in realtà microscopiche, come posso portare a conoscenza del pubblico l'attività della mia Associazione? Se cito Aiap, mi guardano inebetiti, e pensano che abbia il singhiozzo o qualche altro disturbo non meglio precisato...

È di fondamentale importanza che questo operare abbia l'impulso e la guida anche di una figura professionale come quella del Direttore: Io vorrei delegazioni attive, che creano micro-eventi, piccoli momenti di proposta al pubblico in sede regionale, almeno una volta l'anno, per attivare un circuito virtuoso: chi all'interno delle delegazioni regionali avrà la capacità e l'intraprendenza di creare delle iniziative valide, di interesse e rigore scientifico, potrà e dovrà essere assistito ed accompagnato da Aiap, nella figura del Direttore, in modi e procedure da definire...

Ecco, la figura del manager è indispensabile, MA eviterei una figura che curi
i soli aspetti al 'top'... sennò che fine fanno tutti gli associati, come me, che credo siano una maggioranza? Sono 'numeri' di pura rappresentanza che pagano semplicemente una quota?

Per spiegarmi meglio, chiudo con una metafora politica, in riferimento ai fatti delle recenti elezioni politiche: non lamentiamoci poi delle sconfitte come fatto dalla sinistra (tutta), che per confrontarsi con lo sconcertante esito nello specifico della Lega Nord, dichiara: 'Loro hanno una presenza capillare sul territorio...' Bene, e la tua presenza, più che decennale, dove è finita? E cosa aspetti a riprenderne le fila, invece di 'giocare' al piccolo capitalista che scala banche attraverso mezzi (illeciti, da codice penale) quali l'agiotaggio e l'insider trading?

Si è parlato o no di fondare una coop in assemblea? Quali saranno le linee guida del procedere imprenditoriale di questa futura coop, in relazione ai suoi associati che sono anche soci Aiap?
A questo mi riferivo parlando di 'top management'...
Ecco, quest'ultima 'provocazione' mi serve per definire l'Aiap che NON vorrei...

Massimo Porcedda

15 set 2008 10:30  | massimo_p  | 

Aiap si deve dotare sempre di più di una **struttura** permanente . un
numero minimo di figure che gestiscono il funzionamento, partecipano ai
progetti, svolgono funzioni di segreteria, etc.
La struttura asseconda le attività di progetto, economicamente sostenibili
(formazione, editoria, eventi, mostre, sponsoring, etc)

Il direttore coordina tutto ciò e nello stesso tempo è il motore “tecnico-finanziario” della struttura e dei progetti insieme al responsabile del progetto

01 ott 2008 09:36  | aldo presta  | 

Strumenti organizzativi e procedure: Concordo con Aldo rispetto alla necessità di avere una struttura permanente che possa svolgere il lavoro quotidiano di segreteria, gestione del funzionamento, gestione organizzativa dei progetti in fieri. Credo che anche la figura del Direttore vada inquadrata in questo contesto. Un Direttore che non sia né progettista, né consigliere, piuttosto un manager in grado di seguire attraverso un sapere organizzativo e gestionale, la mole di lavoro che oggi Aiap deve poter affrontare. Se poi invece di un Direttore si hanno dei capo-progetto forse è anche meglio. Mi spaventano i “colli di bottiglia”.

13 ott 2008 21:07  | danielapiscitelli  | 



Invia un commento

Invia un commento

Si invita a postare commenti attinenti al tema e in maniera civilmente rispettosa degli altri punti di vista. Ti consigliamo di leggere la policy di questa comunità prima di inviare i tuoi commenti. La redazione si riserva il diritto di cancellare ogni commento ritenuto offensivo o inutile.
Se sei socio AIAP ti basta inserire il tuo username e la password. Se non sei socio Aiap vai al form di registrazione. La procedura è semplice e gratuita. Se hai dimenticato la password, richiedila.

username:

password:

*

TESTO:

*
Verifica antiSpam: inserisci il codice disegnato qui sotto nel campo al suo fianco. Ignora pure maiuscole e minuscole.
: *



Aiap
via Ponchielli, 3
20129 Milano

18 agosto 2017

Cerca:


AIAP facebook page AIAP youtube channel