Progetto Grafico

Progetto grafico 24

 

Grafica, storia, Italia
a cura di Maddalena Dalla Mura e Carlo Vinti

Il numero 24 della nuova serie di «Progetto grafico» affronta la questione dell'elaborazione storica della grafica in Italia, riflettendo sul territorio di studi e ricerche che si sviluppa fra i tre termini «Grafica», «Storia», «Italia».
Con l'obiettivo di estendere il campo dell'indagine storica sulla grafica italiana, questo numero prova ad includere nuovi temi e porre nuovi interrogativi, presentando una selezione di Ricerche originali e segnalando una serie di Questioni aperte, ancora da indagare. Il n. 24 contiene inoltre una riflessione sullo stato delle fonti per la ricerca storica, sulle istituzioni che si occupano della conservazione di materiali grafici in Italia, nonché sulle collezioni personali; infine, presenta le considerazioni di alcuni grafici italiani sulla loro relazione con la storia.

Graphic design, History, Italy
edited by Maddalena Dalla Mura and Carlo Vinti

Issue number 24 of the new «Progetto grafico» series address the historical development of graphic design in Italy, with particular focus on the area of research revolving around three ideas: «Graphic design», «History», «Italy».

The aim of this issue being to extend the scope of the historical investigation of Italian graphic design, an attempt is made at including new topics and asking new questions: this is done by introducing a selection of original Research projects and highlighting a number of open Issues which still require research. This issue lso include an analysis of the following topics: the state of sources for historical research; institutions responsible for preserving graphic materials in Italy; personal collections. Finally, the views of Italian graphic designers on their relationship with history are presented.


Sommario / Table of Contents

Progetto grafico 24
Grafica,Storia,Italia / GraphicDesign,History,Italy

a cura di / edited by
Maddalena Dalla Mura e Carlo Vinti

---

Editoriale / Editorial

Maddalena Dalla Mura, Carlo Vinti

Grafica, Storia, Italia: estendere il campo
Allargare i confini della storia della grafica italiana significa ripartire dalle ricerche condotte sulle fonti, rispondere a nuove questioni, moltiplicare gli sguardi e le prospettive di indagine.

Graphic Design, History, Italy: Expanding the Field
Broadening the boundaries of the history of Italian graphic design means starting over from direct research into primary sources, responding to new questions, and multiplying our viewpoints and investigative perspectives.

---

Questioni / Issues

Avanguardie / Avant-Gardes (Carlo Vinti)
Esporre / Exhibiting (Maddalena Dalla Mura)
Formazione / Education (Maddalena Dalla Mura)
Genere / Gender (Maddalena Dalla Mura)
Impegno / Engagement (Maddalena Dalla Mura)
Modernismo, Postmodernismo / Modernism, Postmodernism (Carlo Vinti)
Persone / People (Carlo Vinti)
Professione / The Profession (Carlo Vinti)

---

Ricerche / Research

Alessandro Colizzi

Renato Zveteremich
La vicenda poco nota del primo direttore dell’Ufficio Pubblicità Olivetti, che ha svolto un ruolo di mediazione fondamentale per la cultura grafica moderna in Italia.

RenatoZveteremich
The little-known story of the first director of Olivetti’s Advertising Office, who played a fundamental role in shaping modern graphic design culture in Italy.

Ali Filippini

L’azione diretta della grafica in vetrina
Trascurata dalla storiografia del design italiano, la vetrina è stata un importante settore di intervento da riportare al centro della storia della grafica, come suggerisce una ricca letteratura specialistica.

The Direct Impact of Graphic Design in Window Displays
Often neglected by mainstream Italian design histories, window display design was an important sector and, as ample niche documents suggest, merits a central position in graphic design history.

Cinzia Ferrara

Sicilia. Un’isola, un continente, una rivista
Lontano dai maggiori centri di produzione del graphic design italiano, una rivista dalle grandi ambizioni culturali ha promosso la regione Sicilia nel mondo, anche grazie al lavoro di due versatili figure femminili.

Sicilia: an Island, a Continent, a Magazine
Far from the major production centers of Italian graphic design, a culturally ambitious magazine promoted the region of Sicily, thanks also to the work of two versatile women.

Giulia Ciliberto

Pubblicità ed estetica stradale alla X Triennale di Milano
Nel 1954, un precoce episodio di (auto)critica e ripensamento del ruolo della comunicazione visiva e del design nel paesaggio dell’ambiente urbano.

Advertising and Street Aesthetics at Milan’s 10th Triennale Exhibition
An early instance, from 1954, of disciplinary (self-)criticism and a rethinking of the role visual communication and design play in the urban landscape.

Simone Bastianelli, Bianca Fabbri

CSAG di Urbino: la prima scuola italiana di graphic design
Spostando l’attenzione dall’arte del libro al progetto, l’Istituto d’arte di Urbino, grazie al contributo di Albe Steiner, ha avviato il primo tentativo di portare l’educazione dei grafici verso il livello di formazione superiore.

Urbino’s CSAG: Italy’s First School of Graphic Design
Shifting its focus from book arts to design, the Istituto d’arte di Urbino (Urbino Art Institute) thanks also to Albe Steiner’s contribution — launched the first attempt at elevating graphic design courses to a level on par with other higher education.

Michele Galluzzo

Il gruppo Exhibition Design tra grafica e disegno industriale
Alla fine degli anni Sessanta, un collettivo di designer ha utilizzato la mostra come spazio di sperimentazione e divulgazione in risposta alle crisi incombenti sulla cultura del progetto.

The Exhibition Design Group — Graphic and Industrial Design
In the late sixties, a design collective began using exhibitions as experimental spaces for disseminating ideas in response to the crises threatening design culture.

Silvia Agozzino

Il caso Lerici fra grafica, industria e cultura
La politica culturale di un industriale illuminato e il gusto per la sperimentazione grafica alle origini di una impresa editoriale fuori dagli schemi.

The Lerici Publishing House — Graphic Design, Industry, and Culture
The cultural approach of an enlightened industrialist and a taste for graphic experimentation that laid the foundations for an unorthodox publishing venture.

Melania Gazzotti

Magdalo Mussio grafico, artista e intellettuale
Poliedrica figura della produzione editoriale d’avanguardia degli anni Sessanta-Settanta, Magdalo Mussio è stato anche un professionista della grafica. Ricoprendo diversi ruoli della filiera editoriale, ha anticipato aspirazioni ed esperienze del design contemporaneo.

Magdalo Mussio: Graphic Designer, Artist, and Intellectual
A renaissance man of avant-garde publishing in the sixties and seventies, Magdalo Mussio was also a professional graphic designer. His various roles in publishing helped him foresee the aspirations and experiences of contemporary design.

Sara Murrone

ED912, caso emblematico di esoeditoria
Un importante esempio di editoria indipendente che, grazie a Gianni Sassi e ad altri designer e intellettuali, ha dato forma e voce, dall’interno di una piccola tipografia, alla neoavanguardia e alla cultura alternativa.

ED912, an Emblematic Case of Esoeditoria
An important example of small-scale independent publishing that, thanks to Gianni Sassi as well as other designers and intellectuals, has given form and voice to the neo-avant-garde and alternative culture.

---

Archivi, collezioni, biblioteche / Archives, Collections, Libraries

Fiorella Bulegato

La grafica italiana negli archivi
La comprensione della storia della grafica non può prescindere dallo studio delle fonti originali. In un paese generalmente poco attento alla conservazione dei materiali della grafica, esistono però alcune importanti risorse private e pubbliche degne di attenzione.

Italian Graphic Design in the Archives
No understanding of graphic design history is complete without direct study of primary sources. Although Italy on the whole pays little attention to the preservation of graphic design materials, it nevertheless has some noteworthy resources, both private and public.

Giorgio Camuffo

Grafica da collezione
Perché collezionare la grafica? Quali storie si celano dietro le raccolte e le biblioteche personali? Giorgio Camuffo ha intervistato un grafico, un architetto e un collezionista, e ha curiosato fra gli scaffali delle loro librerie.

Collecting Graphic Design
Why collect graphic design? What stories lie behind personal collections and libraries? Giorgio Camuffo interviews a graphic designer, an architect, and a collector, and peruses their bookshelves.

---

Una domanda / A Question

Mario Piazza

Una domanda. Fra progetto e storia
La storia della grafica è utile per il tuo mestiere? Mario Piazza ha rivolto questa domanda a dieci progettisti italiani. Massimo Vignelli, Francesco Messina, Mauro Panzeri, Jessica Zanardi, Daniele Capo, Lucia Roscini, Demetrio Mancini, Laura Bortoloni, Luca Bogoni, Benedetta Crippa.

A Question. Design / History
Is graphic design history useful to your work? Mario Piazza asked ten Italian designers for their reply to this question. Massimo Vignelli, Francesco Messina, Mauro Panzeri, Jessica Zanardi, Daniele Capo, Lucia Roscini, Demetrio Mancini, Laura Bortoloni, Luca Bogoni, Benedetta Crippa.

---

Fuori tema / Off Topic

Alena Pomajzlovà

La grafica editoriale ceca negli anni Venti e Trenta del XX secolo
Nei vent’anni che seguirono la Prima guerra mondiale, la grafica editoriale in Cecoslovacchia diede luogo ad approcci che spaziavano dal pittorico al surrealista, passando per il costruttivismo di Karel Teige.

Czech Editorial Design during the 1920s and 1930s
In the twenty years following World War I, editorial graphics in Czechoslovakia gave rise to approaches that ranged from pictorialist to surrealist, all they way to the constructivist works of Karel Teige.

Leonardo Romei

Sémiologie graphique di Jacques Bertin
Un riesame di Sémiologie graphique mette in evidenza il contributo del cartografo francese Jacques Bertin alle fondamenta teoriche del design della comunicazione.

Jacques Bertin’s Sémiologie graphique
A reexamination of Sémiologie graphique highlights the contribution French cartographer Jacques Bertin made to the theoretical foundations of communication design.

Emanuela Bonini Lessing, Helena Barbosa

Identità e origine del design portoghese. Aspetti peculiari del manifesto dal XVII al XX secolo
Dai manifesti anonimi del XVI secolo, agli anni del regime di Salazar fino alla contemporaneità: una lettura della grafica portoghese attraverso il poster.

The Identity and Origins of Portuguese Design: Unique Aspects of Posters from the 17th to 20th Century
From anonymous sixteenth-century posters to those of Salazar’s regime and the present day—a look at Portuguese graphic design through its posters.


apri

links:



Aiap
via Ponchielli, 3
20129 Milano

18 ottobre 2017

Cerca:


AIAP facebook page AIAP youtube channel